Sbocchi professionali

Biotecnologo
funzione in un contesto di lavoro:
Il Biotecnologo oggetto della formazione al primo livello deve essere in grado di individuare e risolvere problemi connessi alla complessità degli organismi viventi, trovando le componenti che possono essere trattate attraverso operazioni riduzionistiche di tipo fisico, chimico, biologico-molecolare, con particolare enfasi ai fini applicativi ed all’implementazione di nuove metodologie.
Nello stesso tempo non devono però essere dimenticate le implicazioni economiche gestionali, nonché legali ed ambientali legate alle applicazioni di queste tecnologie.
Il Biotecnologo potrà perciò operare in un contesto lavorativo come laboratori di università, enti di ricerca o aziende, seguendo le direttive di un responsabile, ed eseguendo procedure sperimentali in modo professionale.
competenze associate alla funzione:
La Laurea è orientata ad una preparazione di base con uno specifico orientamento verso il mondo della domanda localmente più rilevante per vocazione, che sembra essere l’Industria e l’Agroindustria, e verso gli aspetti più generali del comparto produttivo, con aperture verso lauree specialistiche nei comparti Biomedico, Industriale, Agrario, Ambientale, Farmaceutico, Bioveterinario, Biofarmaceutico.
sbocchi professionali:
I laureati della classe svolgeranno attività professionali in diversi ambiti biotecnologici, quali l’industriale, l’agrario, l’ambientale, il farmaceutico, il sanitario, nonché in quello della comunicazione scientifica. I laureati della classe possono accedere alle professioni di Biologo junior.