GENETICA E LABORATORIO INTEGRATO DI BIOTECNOLOGIE I

Crediti: 
9
Settore scientifico disciplinare: 
GENETICA (BIO/18)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Gli studenti che frequenteranno il corso acquisiranno conoscenze relative alla trasmissione dell’informazione genetica, sia in cellule eucariotiche che procariotiche, attraverso l’integrazione dello studio dei principi fondamentali che governano l’ereditarietà e degli aspetti molecolari che definiscono i meccanismi genetici. Lo strumento metodologico è rappresentato dall’analisi critica della sperimentazione che ha portato alla comprensione dei meccanismi genetici e del suo ruolo nelle acquisizioni scientifiche. Lo studente quindi, attraverso la frequenza del corso e lo studio individuale acquisirà conoscenze relative alla genetica formale nonché conoscenze sulla natura molecolare del materiale ereditario, della sua replicazione, espressione e mutazione. Attraverso una serie di esempi e di problemi applicati, svolti durante la componente esercitativa del corso, lo studente potrà applicare le conoscenze acquisite e valutare la sua comprensione. L’esame finale, costituito da una prova scritta e una prova orale permetterà di valutare la capacità di apprendimento degli argomenti trattati e la capacità di comunicare le conoscenze acquisite.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuti dell'insegnamento

I contenuti del corso sono divisi in due parti. 1.GENETICA FORMALE: Mitosi e meiosi. Eredità mendeliana. Segregazione dei caratteri. Assortimento indipendente. Modificazione dei rapporti mendeliani. Alleli multipli. Interazione genica. Eredità legata al sesso. Teoria cromosomica dell’ereditarietà. Concatenazione e ricombinazione. Crossing-over. Ricombinazione in lievito. Trasmissione di caratteri ereditari in procarioti. Ereditarietà extracromosomale.
2.BASI MOLECOLARI DELL’EREDITARIETA’: Identificazione del materiale genetico. DNA: struttura e replicazione. Struttura e organizzazione del cromosoma in procarioti ed eucarioti. RNA: struttura, trascrizione e traduzione. Il codice genetico: caratteristiche e sua decifrazione. Organizzazione della struttura del gene. Geni interrotti. Teoria un gene: un enzima. Costruzione di catene metaboliche. Complementazione genica. Espressione genica. Variazione nel numero e nella struttura di cromosomi. Mutazioni geniche. Conseguenza delle mutazioni a livello di prodotto genico. Reversione e soppressione. Isolamento di mutanti. Mutanti spontanei e indotti. Regolazione dell’espressione genica. Regolazione a livello trascrizionale nei procarioti. Operon Lac: controllo negativo e positivo. Operon Trp: repressione e attenuazione. Retroinibizione.Una serie di esercitazioni sarà da supporto all'intero svolgimento del corso.

Bibliografia

Snustad DP, Simmons MJ (2014)
Principi di Genetica
5a Edizione
EdiSES
Griffiths AJF, Wessler SR, Carroll SB, Doebley J (2013)
Genetica
7a Edizione
Zanichelli Ed
Klug WS, Cummins MR, Spencer CA (2007)
Concetti di Genetica
8a Edizione
Pearson Prentice Hall
Russel PJ (2007)
Genetica
2a Edizione
EdiSES

Metodi didattici

Il corso sarà svolto mediante lezioni frontali sugli specifici argomenti del programma, con l’ausilio di diapositive ed esempi alla lavagna. Il materiale didattico proiettato verrà reso disponibile. E’ comunque fortemente consigliato l’utilizzo di un testo per lo studio individuale.
Il corso sarà integrato da una serie di esercitazioni, in cui gli studenti potranno applicare le conoscenze acquisite a specifici problemi reali. Potranno anche essere svolte esercitazioni di laboratorio, durante le quali gli studenti potranno realizzare individualmente semplici esperimenti su alcuni degli argomenti trattati.Alla fine di tali attività verrà proposto un test per la verifica dell’apprendimento mediante quesiti sulle esperienze svolte in laboratorio.

Modalità verifica apprendimento

La verifica dell’apprendimento verrà effettuata attraverso un esame finale. L’esame sarà costituito da una prova scritta che avrà come argomento specifici esercizi su problemi di genetica, simili a quelli affrontati durante le esercitazioni. Permetterà quindi di valutare la capacità di applicare le conoscenze a problemi specifici da parte dello studente. Lo svolgimento corretto di almeno il 50% degli esercizi proposti permetterà l’ammissione alla prova orale svolta mediante domande sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali.
Il colloquio orale avrà lo scopo di verificare la capacità di comprensione dei diversi argomenti trattati durante le lezioni e le conoscenze acquisite e di evidenziare la capacità da parte dello studente di formulare collegamenti tra i vari argomenti trattati.
L’esame sarà superato con voto sufficiente se lo studente saprà dimostrare la conoscenza degli argomenti basilari della genetica. Il voto sarà incrementato qualora lo studente dimostri di avere buona consapevolezza degli argomenti trattati, capacità di collegare le varie nozioni acquisite e buona capacità di esposizione dei concetti. Alla formulazione del giudizio finale contribuirà inoltre la valutazione del test/questionario proposto al termine delle esercitazioni